Nucleo Piattaforma Camoscio Puma jsQ0V

SKU9316473414
Nucleo Piattaforma Camoscio Puma jsQ0V
puma Nucleo Piattaforma Camoscio Puma jsQ0V Nucleo Piattaforma Camoscio Puma jsQ0V Nucleo Piattaforma Camoscio Puma jsQ0V Nucleo Piattaforma Camoscio Puma jsQ0V
Menu
Carrello quotazIone 0 Prodotto Prodotti vuoto

Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. OK Approfondisci qui

Mappa del sito | Chi Siamo | San Marino | Contatti | | Seguici su:
VenerdÌ 15 giugno 2018 | Ore 19:32
> Attualità > > Notizia
Riccardo Vannucci e Augusto Michelotti

Siamo ormai agli schiaffi tra Usot e governo . Mentre la Segreteria agli ester i saluta l' arrivo in Repubblica dei primi turisti indonesiani , definendola un successo della nostra diplomazia, l' Unione degli operatori turistici prende carta e penna per smentire i dati comunicati dal governo alla stampa . Palazzo Begni sottolinea l'accordo stretto con ATS Vacations Indonesia e con l'agenzia di viaggi Golden Rama rimarcando che “questi risultati dimostrano la tangibile riprova della efficacia dell'innovativa strategia di internazionalizzazione che la Repubblica ha avviato attraverso la sua rete diplomatica e consolare facendo della promozione di San Marino come destinazione turistica un obiettivo primario”, Usot ci tiene a “smentire l'invasione degli indonesiani” . Si tratta, scrive, di 27 turisti che avevano scelto la loro meta ad agosto e che non c'entrano assolutamente niente con le azioni della Segreteria al turismo avvenute in ottobre. Così, mentre oggi i mercatini di Natale del Titano si sono riempiti di visitatori, Usot ringrazia tutti gli operatori turistico-commerciali che, polemizza, sono sopravvissuti nonostante il grande disinteresse di tanti esecutivi e in particolare di questo governo. Le polemiche sono note: Usot parla di “ silenzio assordante delle Segreterie al turismo e al territorio” perchè finora non esiste alcun provvedimento approvato tra quelli proposti dall'Unione degli operatori turistici. Nel nuovo Prg , scrive, non esiste traccia del Polo del benessere ai parcheggi 6 e 7 e del nuovo museo della storia di San Marino . Il polo dell'intrattenimento , aggiunge, rimane un oggetto misterioso che si perde nella nebbia di trattative oscure. La Legge sullo sviluppo ha complicato le regole del lavoro e le ha appesantite con nuove tasse su un settore già vessato da provvedimenti che impediscono di selezionare la forza lavoro in base a criteri di qualità. Basta con la politica degli annunci, prosegue Usot, senza farla seguire da quella dei fatti. Non ci arrenderemo mai , conclude la nota. “Meglio credere agli attuali operatori piuttosto che umiliarli nell'indifferenza e chiamare partner da fuori per rilanciare il settore senza coinvolgere seriamente la nostra associazione”. Arriva poi, a stretto giro, la replica della Segreteria agli esteri che sottolinea come l’avvio delle relazioni con le primarie agenzie viaggio in alcuni paesi esteri, risalgono a marzo 2017 , in particolare proprio con quelle a cui fa riferimento l'Usot. L’attrazione di questi nuovi flussi turistici – ribadisce la nota - è la diretta conseguenza e, al contempo, la riprova tangibile del successo della attività sul campo del personale della nostra missione diplomatica . Si precisa, inoltre, che l’obiettivo primario delle attività promozionali nel campo del turismo da parte della nostra rete diplomatica e consolare non sono solo i rapporti con i grandi tour operator , i quali agiscono principalmente da intermediari, ma, soprattutto, quelli conle agenzie di viaggio , le quali richiedono ai suddetti wholesale tour operator solamente di predisporre gli aspetti logistici relativi alle offerte di viaggio da loro stesse predisposte e vendute al mercato. Ad oggi, conclude la nota, le agenzie di viaggio contattate ed incontrate dal personale dell'Ambasciata di San Marino a Giacarta sono state 29.Sonia Tura

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018. Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

X

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI .Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Autorizzo
Edizione Boston 890v4 Nuove Donne Di Equilibrio 5msNFoK
Vr150 Acciaio Filatura Bobina yy6bGQ9XL

E’ accusato di avere rapporti con persone appartenenti alla malavita. Per questa ragione è stato arrestato Antonino Porcino, l’ex direttore del carcere di Bergamo. Secondo le indagini inoltre si era appropriato "a fini personali e di profitto" di alcuni beni della struttura penitenziaria come "due water nuovi e un video registratore digitale". L'arresto è scattato all'interno di un’inchiesta più ampia, nata per accertare se l’imprenditore Gregorio Cavalleri avesse avuto dei trattamenti di favore in carcere. In tutto sono 27 le persone coinvolte e sei quelle fermate.

Le accuse all'ex direttore Porcino avrebbe conosciuto persone legate alla malavita "in contesto di giochi" al casinò di Saint Vincent. Tra questi, si legge negli atti dell’inchiesta, "tale Jordan , di ingenti capacità economiche e di probabile origine rom". Nelle intercettazioni, è lui stesso a dire di sé che "spacca i milioni" e a chedere "l’amicizia" a all’ex direttore. Gli inquirenti hanno trovato l’arrestato in possesso di alcuni beni dell’Amministrazione carceraria di Bergamo. Nello specifico, "due water nuovi e imballati, un circuito DVR (un videoregistratore digitale) e plurime risme In di carta". Dagli oggetti sottratti al carcere sperava di trarne dei profitti personali . In tutto le accuse sarebbero addirittura cinque e molto pesanti: corruzione, turbata libertà degli incanti (cioè dei contratti fra pubblica amministrazione e privati), peculato, falso ideologico e truffa ai danni dello Stato.

L'inchiesta Le indagini partono da lontano. Bisogna arrivare all’autostrada Salerno-Reggio Calabria e all’imprenditore Gregorio Cavalleri , che il 3 aprile 2017 era stato arrestato dalla Guardia di finanza di Vibo Valentia che indagava sulla realizzazione della tratta. L'inchiesta in corso è partita successivamente, per accertare se l’uomo avesse goduto di un trattamento di favore mentre si trovava in carcere. Nello specifico, era riuscito a evitare il regime carcerario ordinario, facendosi ricoverare all’ospedale "Papa Giovanni XVIII" di Bergamo. Aveva presentato infatti alcuni certificati medici che attestavano uno stato di grave shock emotivo, ma alla prova dei fatti non risulta che il detenuto ne avesse effettivamente sofferto.

Le altre persone coinvolte In tutto sono 27 le persone ingate e per sei di loro sono scattati gli arresti. Fra i fermati, anche il comandante e un commissario della polizia penitenziaria di Bergamo, oltre al dirigente sanitario del carcere lombardo. Numerose le condotte illecite. Ad esempio, false attestazioni sanitarie finalizzate a far ottenere benefici economici a Porcino, che da pochi giorni è andato in pensione. Ma anche utilizzo di personale della polizia penitenziaria in servizio, dei veicoli dell’amministrazione e di materiale del carcere. Infine, anche assunzione clientelare di personale alla struttura penitenziaria bergamasca.

bergamo carcere direttore Vendita Scarpe Timberland Sud Africa nTpME
Commenti in orario notturno

Quanto inserito fra l'1.00 e le 8.00 verrà moderato a partire dalle ore 8.00

Conerobus S.p.A. Società per la mobilità intercomunale Via A. Bocconi, 35 - 60125 Ancona C.F. e P.IVA 00122950421 Capitale Sociale € 12.355.705,00 i.v. T. 071 2837 411 F. 071 2837 433 [email protected] [email protected]

PRIVACY POLICY

Orari

Servizi turistici

Tariffe

AREA RISERVATA